Perchè il lavoro si traduca nell’eccellenza del risultato grazie all’impiego di soluzioni innovative e di prodotti d’avanguardia

Grazie alla continua attività di ricerca in sinergia con università e istituzioni e alla stretta collaborazione coi fornitori di resine e fibre, Reglass svolge un ruolo di problem solver. Diventa così partner per i suoi clienti, nello sviluppo di soluzioni personalizzate volte a migliorare qualità e produttività dei loro impianti.

Per questo sceglie di servire anche mercati di nicchia che puntano a un’elevata qualità: politica aziendale che si conferma anche oggi, come distintiva e di successo.

 

I rulli in composito di carbonio realizzati mediante tecnologia Wrapping, sono concepiti per garantire elevati standard qualitativi e soddisfare le esigenze di semplificazione operativa, flessibilità d’uso e riduzione dei costi di produzione. Si tratta di rulli che, per dimensioni e caratteristiche tecniche, rispondono alla necessità delle aziende di realizzare impianti di converting diversificati e competitivi.

Perchè i rulli Reglass: dieci motivi per sceglierli

 

Efficienza produttiva, qualità costante e rapidi cambi di lavorazione sono le caratteristiche più importanti nel settore delle macchine per la stampa flessografica e rotocalco. Su queste macchine vi sono diverse possibilità di applicazione dei rulli in carbonio:

  • è possibile sostituire, in ambedue le tecnologie di stampa, buona parte dei rulli folli e di guida con rulli in composito di fibra di carbonio che, data la loro bassa inerzia, assicurano un trascinamento dolce e senza stress o graffi sul film stampato e quindi una grande qualità del prodotto finale.
  • Nella stampa flessografica è possibile sostituire i cilindri di stampa e i cilindri anilox in acciaio, con cilindri portamaniche in carbonio, per incrementare notevolmente la velocità e i requisiti di stampa soprattutto con cliché difficili.

Di recente introduzione, i rulli destinati alla stampa digitale: di piccole dimensioni permettono la produzione di lotti estremamente ridotti.

Rulli clichè e mandrini portamaniche
Mandrino
Mandrino

Attorno ad essi ruota tutto il processo di stampa.
Il mandrino in fibra di carbonio (pure con modulo elastico standard) ha rappresentato un’innovazione sostanziale rispetto al mandrino in acciaio. Anche a parità di rigidezza, ha, infatti, un peso decisamente inferiore, permettendo di ottenere una frequenza propria molto più elevata. Ancora meglio funziona un mandrino in carbonio ad altissimo modulo elastico che, oltre a ridurre il peso, incrementa la rigidezza rispetto all’acciaio.
Reglass costruisce cilindri portacliché e mandrini portamaniche, con diametri fino a 420 mm e lunghezze di tavola fino a 6 m.

Rulli Anilox
Anilox
Rullo Anilox

Ricevono l’inchiostro dal serbatoio attraverso la racla e lo trasferiscono al clichè in modo uniforme. Normalmente sono sottoposti a un complesso scambio di sollecitazioni innescate dalle vibrazioni del cilindro cliché che, grazie alla tecnologia Reglass, vengono fortemente ridotte. Si evitano così ripercussioni sulla distribuzione dell’inchiostro col vantaggio aggiuntivo di una minore usura.
Reglass produce rulli portamaniche Anilox che, uniti ai mandrini portamaniche clichè, permettono prestazioni insuperabili nella stampa flessografica.

Rulli di composito in carbonio
Rullo in carbonio

Si applicano su tutte le macchine per la trasformazione del film plastico, della carta, del tissue e del materiale nonwoven. Per garantire efficienza e velocità evitando vibrazioni, anche in questo campo, risulta ottimale l’impiego di rulli in carbonio che, per questi impianti, devono essere molto rigidi e leggeri. La velocità critica del rullo insieme con una ridotta freccia sotto la tensione del film, risulta fondamentale per garantire un’elevata velocità di lavoro dell’impianto.

Spesso, per luci di oltre 2,5 m, solo la fibra di carbonio e la tecnologia Reglass sono in grado di assicurare pesi, rigidezze e velocità critiche adeguate alle richieste di grande produttività e impensabili con l’impiego di altri materiali.

Reglass costruisce rulli per converting con diametri fino a 420 mm e lunghezze fino a 6 m.

 

Un esempio comparativo tra manufatto in alluminio e rullo Reglass in composito di carbonio:

confronto rulli

expando 3
Expando

Sono alberi adatti all’avvolgimento e svolgimento di bobine con anima, in tutti i processi di converting. Possono essere utilizzati anche per bobine multiple, purché con larghezze maggiori di 200 mm. Hanno il vantaggio di pesare molto meno rispetto ai corrispondenti modelli in acciaio e possono facilmente essere movimentati da una sola persona, con sostanziali benefici sulla produttività.

Il corpo dell’albero espansibile è in carbonio ad alta resistenza ed è prodotto con la tecnologia Wrapping, l’unica che permette la massima compattezza delle fibre per ottenere le migliori prestazioni per i materiali compositi. Il rivestimento superficiale, sempre in tessuto di carbonio, garantisce un’altissima resistenza all’usura. Le estremità metalliche dell’albero sono caratterizzate da un particolare sistema di giunzione metallo-carbonio. La struttura modulare ne consente l’adattamento alle macchine realizzate su disegno del cliente.

Gli alberi possono essere forniti in due versioni: la prima per carichi elevati e la seconda per alte velocità, con carichi sostanzialmente più ridotti.

Il diametro standard è 3”, per lunghezze di tavola da 800 a 2.500 mm e oltre.

Reglass fornisce i propri rulli con rivestimenti ad hoc che garantiscono prestazioni di grande rilievo ed eccezionale durata nel tempo.

Rivestimenti

Per approfondire: apri la scheda

Reglass realizza altre varietà di prodotti tubolari in carbonio, da utilizzare in molti settori industriali. Si tratta di produzioni progettate sulla base di specifiche esigenze per ottenere prestazioni possibili solo grazie all’impiego dei compositi in carbonio. Per la costruzione dei singoli manufatti è utilizzata la tecnologia Wrapping e tecnologie esclusive.

Di seguito gli ambiti di applicazione e alcuni esempi di realizzazione.

 

Sono nuovi cuscinetti striscianti ad altissima tecnologia progettati per sostenere alti carichi specifici, comparabili a quelli dell’acciaio. Soddisfano esigenze di alte velocità e sono adatti ad essere impiegati in produzioni di grande precisione meccanica.

 

Boccole Carboflon 2
Boccole Carboflon

Grazie alla struttura in carbonio è possibile ottenere l’assenza di giochi meccanici tra albero e superficie di scorrimento. Hanno una durata di gran lunga superiore alle corrispondenti boccole in acciaio con camicia in bronzo, bronzo-grafite o sinterizzate e presentano un’eccellente dispersione del calore. Sono costruite con una struttura in composito costituita da fibre di carbonio lunghe ad altissima resistenza e alto modulo elastico. All’interno vi è uno strato in Ptfe caricato con micro particelle e saldamente agganciato al composito attraverso un’esclusiva tecnologia sviluppata da Reglass.

 

 

 

 

Boccole3
Boccola

Campi di Utilizzo

  • Macchine movimento terra
  • Stampaggio
  • Applicazioni aeronautiche
  • Applicazioni navali
  • Applicazioni meccaniche con carichi elevati
  • Applicazioni meccaniche con precisioni elevate